ERBE: Araceae
Arisarum vulgare Targ. Tozz.
Sinonimi: Arum arisarum L.

Divisione: Angiospermae

Famiglia: Araceae

Nomi italiani: Arisaro comune, Gilico

Nomi sardi: Arecci di lèpparu, Carranca, Erba de pìpas, Folla origuda, Origa de lèpuri

Periodo di fioritura: X-V

Habitat: leccete, oliveti, siepi


Descrizione: pianta erbacea perenne provvista di un piccolo tubero ovoide o cilindrico dal quale si sviluppano una o poche foglie; lamina ovato-sagittata con picciolo molle lungo circa 15-20 cm macchiettato di porpora; scapo, lungo 10-20 cm, sorreggente una spata tubulosa biancastra o verde pallido con strie longitudinali olivacee o rosso-purpuree; spadice di colore variabile dal verdastro al purpureo, curvo e sporgente sotto la spata; il frutto è una bacca globosa di circa 1 cm, verde a maturità.

Specie con areale limitato alle coste mediterranee, (area dell’Olivo), vegeta dal piano fino a 800 m di altitudine.
Attenzione: sono presenti in tutta la pianta alcune sostanze tossiche.






a lato: i frutti
Arisarum vulgare, Arisaro, Gilico, Erba de pipas, Origa de lepuri

Arisarum vulgare



Arisarum vulgare, Arisaro, Gilico, Erba de pipas, Origa de lepuri

INDIETRO