Home Page
Alberi
Arbusti
Erbe
Piante endemiche
Orchidee
Indice Famiglie
Piante alloctone
Funghi
Natura
Attività
Glossario
Bibliografia
Contatti
 
Trova la pianta...
 





Glossario dei termini botanici




Di seguito sono elencati in ordine alfabetico i più comuni termini botanici ed altri meno noti,
allo scopo di facilitare la consultazione delle schede proposte.











     
 
A

acheneto: frutto multiplo costituito di acheni derivati da carpelli liberi

achènio: frutto secco indeiscente con un singolo seme aderente ma non saldato alla sua parete coriacea

achenòcono: frutto a forma di cono, i cui frutticini sono inseriti tra le squame o brattee disposte a spirale o embricate lungo un asse centrale (es. i frutti dell'Ontano)

alcalòide: sostanza azotata di origine vegetale tossica per l'organismo in certe dosi

ala: espansione membranosa o scariosa di frutti, fusti, piccioli ed altri organi. Sono definite ali anche i petali laterali dei fiori papilionati

allòctona: (o esotica) dicesi di pianta introdotta accidentalmente o volontariamente dall'uomo ma proveniente da un areale diverso

alòfita: pianta vivente in ambienti salsi, in terreni ricchi di sale

alterna: riferito alla disposizione alternata ad altezze diverse delle foglie sul fusto

amento: (o gattino) infiorescenza unisessuale con asse allungato per lo più pendulo nel quale vi sono numerosi fiori sessili

amplessicàule: foglia, brattea, stipola, picciolo la cui base abbraccia il fusto

anastomosato: dicesi di organo con diramazioni trasversali collegate

anastomosi: ramificazioni unite tra loro di organi vegetali (fasci vascolari, vasi, ife ecc.)
 
anemòfila: dicesi di pianta la cui impollinazione avviene per mezzo del vento

angiosperme: (Angiospermae) sottodivisione delle Spermatòfite (Fanerògame) nella quale sono comprese tutte le piante caratterizzate dall'avere gli ovuli racchiusi nell'ovario e mostrano fiori e veri frutti
 
annuale: pianta che compie il suo ciclo vitale in un anno o in un periodo anche inferiore (nascita, sviluppo, fioritura, fruttificazione, appassimento, morte)

antera: porzione fertile dello stame contenente il polline

antesi: (o fioritura) lo stato della pianta nel momento della fioritura

appendice: prolungamento di organi (rami, foglie, petalo, sepalo, l'apicolo del labello di alcune Orchidacee ecc.)

appressato: dicesi di organo molto ravvicinato a un altro (es. peli appressati al fusto)

aprico: termine per lo più riferito al bosco aperto, soleggiato, esposto all'aria

arbusto: pianta perenne, legnosa, di altezza limitata (1-4 m), con più fusti originantisi da un ceppo comune e ramoso fin dal basso (anche detta frùtice)

archeòfita: dicesi di pianta introdotta nel territorio prima della scoperta dell'America

areolato: dicesi di organo la cui superficie è ricoperta di piccole areole circoscritte per lo più in rilievo

arillo: involucro carnoso che avvolge totalmente o parzialmente il seme di alcune Gimnosperme (es. Tasso)

arillocarpo: pseudofrutto delle Gimnosperme, anche detto spermatocarpo

arista: sinonimo di resta

aristato: munito di resta o arista, rigido e sottile filamento sviluppantesi dalle glume di alcune Poacee

artìcolo: porzione di organo congiunto a un altro, contenuto tra due articolazioni, contiguo ma separato da rigonfiamenti o fessurazioni spesso poco evidenti

ascellare: generalmente riferito a gemme e fiori, situati all'ascella di una foglia

ascendente: per lo più riferito ai rami basali di una pianta che si curvano dirigendosi verso l'alto

asimmètrica: riferito a foglia o altro organo che non presenta simmetria riguardo i suoi elementi costitutivi (es. osservando il nervo centrale di una foglia, questa presenta una porzione più estesa rispetto all'altra)


astata: foglia la cui lamina si presenta incavata alla base formando due lobi acuti e divergenti verso l'esterno

austòrio: organo particolare di molte piante parassite con il quale assumono il nutrimento dalla pianta ospite

autogamia: riproduzione sessuale operata attraverso l'autoimpollinazione



B

bacca: frutto carnoso indeiscente privo di endocarpo legnoso, con i semi immersi nella polpa

biennale: (o bienne) termine riferito a piante che nel corso del primo anno effettuano solo lo sviluppo vegetativo e in quello successivo fioriscono e portano a maturazione i frutti chiudendo il ciclo esistenziale

bienne: sinonimo di biennale

bìfido: più o meno profondamente diviso in due parti, biforcuto

bilabiata: dicesi di organo, generalmente calice e corolla, divisa in due lobi saldati nella porzione basale (es. la corolla delle Lamiacee)

bìlobo: per lo più riferito a petalo o foglia diviso in due lobi

biloculare: con due cavità interne separate, suddiviso in due logge

biòtopo: luogo in cui vive una popolazione animale o vegetale (riferito a una ristretta unità ambientale, stagno, gariga, duna ecc.)
 
bipennata: foglia composta la cui rachide porta due file opposte di foglioline a loro volta pennate

bipennatosetta: foglia pennatosetta le cui foglioline sono a loro volta pennatosette

biseriato: disposto su due serie

bisessuale: sinonimo di ermafrodito; di fiore che possiede entrambi gli elementi fertili fiorali, l'androceo e il gineceo

bislunga: sinonimo di oblunga

biternata: foglia composta il cui picciolo si divide in tre altri piccioli portanti ciascuno tre foglioline
 
bi-tripennate: lo stesso che 2-3pennate, ossia due-tre volte pennate

bi-tripennatosette: lo stesso che 2-3pennatosette, ossia due-tre volte pennatosette
 
bivalve: dicesi di organo che presenta due valve

brachiblasto: ramo con gli internodi brevi e foglie molto ravvicinate, riunite generalmente in un ciuffetto apicale

bràttea: foglia più o meno modificata, generalmente di ridotte dimensioni e con forma variabile, situata in prossimità di un fiore o di un'infiorescenza

brattèola: piccola brattea inserita sul peduncolo fiorale di un'infiorescenza

bulbillo: piccolo bulbo nascente all'ascella delle foglie, talvolta al posto dei fiori, all'apice delle radici o aderente al bulbo sotterraneo della pianta. Ha funzioni di riserva e riproduzione vegetativa

bulbo: organo gemmifero sotterraneo corto e rigonfio situato alla base del fusto con funzione di riserva



C

cacuminale: relativo alla sommità, all'area montana più elevata

caducifoglia: pianta che perde annualmente le foglie

 
caduco: dicesi di organo destinato a cadere, che ha breve durata o si stacca facilmente
 
calàtide: infiorescenza a capolino tipica delle Asteracee, costituita da numerosi fiori sessili inseriti su un ricettacolo munito all'esterno di brattee involucrali dette fillari
 
calcàreo: riferito al substrato di crescita, di roccia o terreno composti essenzialmente di carbonato di calcio (calcite)

calcìcola: riferito a pianta che vive bene in terreno calcareo
 
calcìfila: che ama vivere prevalentemente su substrato calcareo

calcìfuga: l'opposto di calcìcola, termine riferito a pianta che non può vivere su substrato calcareo

càlice: involucro più esterno del perianzio dei fiori costituito dai sepali

camara: frutto indeiscente o solo tardivamente deiscente costituito da un solo carpello con pericarpo distinto

camàrio: frutto multiplo costituito da camare derivanti dai rispettivi carpelli, questi concresciuti nell'ovario e separantisi a maturità

canescente: riferito a organo che diviene biancastro (foglie, tronco, peli ecc.)

capitato: per lo più riferito allo stigma (o stimma), con la sommità arrotondata

capituliforme: con la forma di una testolina o di una capocchia di spillo

capolino: infiorescenza globosa costituita da numerosi fiori strettamente adiacenti, inseriti in un ricettacolo discoidale

càpsula: frutto secco mono o pluriloculare aprentesi a maturità in vari modi

carena: riferito alla corolla papilionata delle Fabacee che presenta i due petali inferiori parzialmente saldati tra loro ed arcuati come la chiglia di una nave

carenato: organo che presenta una struttura allungata e sporgente detta carena

cariòsside: frutto indeiscente monospermo con pericarpo secco fortemente adeso al seme

carpello: foglioline del fiore trasformate costituenti l'ovario contenente gli ovuli

carpòforo:  è così definito il pedicello che sostiene i frutti di certe piante (es. Silene), il quale si sviluppa alla base dell'ovario dopo la fecondazione. Nei funghi è sinonimo del corpo fruttifero, cioè il basidiocarpo o l'ascocarpo

casuale: dicesi di pianta ritrovata in un territorio non appartenente al suo areale in modo accidentale, apparentemente priva della possibilità di riprodursi in modo stabile.

caudato: dicesi di organo vegetale provvisto di coda

càule: sinonimo di fusto, prevalentemente riferito alle piante erbacee

cauline: relativo al caule, termine per lo più riferito alle foglie lungo il fusto 

cauloriza: radice tuberizzata sotterranea

càustico: che possiede capacità cauterizzanti

cèduo: riferito al bosco i cui alberi vengono tagliati periodicamente ma che rinascono da polloni originantisi dalle ceppaie

cespitoso: termine riferito a una pianta costituita da numerosi steli basali ravvicinati

cìato: sinonimo di ciazio

ciàzio: (o ciato) infiorescenza delle piante del genere Euphorbia formata da numerosi fiori unisessuali molto semplici protetti da brattee saldate a coppa; trattasi di un ricettacolo dove vi sono ghiandole nettarifere di forme diverse a seconda della specie (per lo più ellittiche, falciformi ecc.), all'interno trovano posto i fiori maschili (stami) attornianti il fiore femminile rappresentato da un ovario con breve stilo e tre stimmi, sorretto da un pedicello reclinato (ginòforo)
 
cigliato: organo vegetale (foglia, sepalo ecc.) con margine provvisto di peli

cima: infiorescenza con ramificazioni fiorifere di diversa lunghezza in cui tutti peduncoli terminano con un fiore

cimbiforme: a forma di barchetta

cinòrrodo: falso frutto derivante non dall'ovario ma dal ricettacolo carnoso ingrossato al cui interno vi sono i veri frutti, gli acheni. Anche detto cinorrodonte, è tipico delle rose

cinorrodonte: sinonimo di cinorrodo

cìpsela: frutto semplice con il pericarpo sormontato da reste, setole, squame ecc., derivate dall'accrescimento di altre parti fiorali

cirro: (o viticcio) organo prensile filiforme delle piante rampicanti

cirroso: termine riferito a foglia o picciolo che ha le proprietà di un viticcio

cladodo: (o fillocladio) porzione appiattita di fusto o di picciolo con funzioni fotosistetiche in assenza di vere foglie

coccàrio: frutto multiplo formato di carpelli inizialmente concresciuti poi separati che si aprono lungo una nervatura centrale o marginale

congènere: che appartiene allo stesso genere

connivente
: riferito a organi che sembrano formare un tutto unico ma in realtà sono solo appressati


cono: struttura vegetale propria delle Conifere, portante le sacche polliniche (cono maschile) o gli ovuli (cono femminile). Dopo la fecondazione i coni femminili divengono legnosi formando le note pigne (o strobili)

cordata: (o cordiforme) dicesi di foglia o altro organo a forma di cuore

cordiforme: sinonimo di cordata

corimbo: infiorescenza ombrelliforme o appiattita nella quale i peduncoli fiorali sono di lunghezza diversa e inseriti nel fusto in vari punti, ma che raggiungono tutti la stessa altezza

coripètalo: sinonimo di dialipetalo

corisèpalo: sinonimo di dialisepalo

corolla: verticillo fiorale formato dai petali che possono essere liberi o più o meno saldati tra loro
 
crenato: riferito a organo (foglia, brattea, sepalo ecc.) che presenta il margine con denti arrotondati poco profondi

crenulato: riferito a organo (foglia, brattea, sepalo ecc.) che presenta il margine con una dentellatura più o meno rotondeggiante appena marcata

culmo: fusto delle Poacee che generalmente si presenta cavo negli internodi, talvolta fistoloso o pieno di midollo come nel granturco

cultivàr: termine derivante dall'ingl. culti(vated) var(iety) utilizzata in orticoltura per indicare le varietà agrarie di piante coltivate

cùpola: sinonimo di cupula

cùpula: (o cupola) involucro squamoso o talvolta spinoso che avvolge parziamente o totalmente alcuni frutti, ad esempio le ghiande delle querce

cùspide: estremità appuntita ed allungata di un organo (foglia, frutto, fusto ecc.)



D

decìduo: sinonimo di caduco
 
decombente: dicesi di organo che si dirige in basso e in fuori, che si piega verso terra
 
deiscenza: riferito a organo vegetale che si apre a maturità liberando il suo contenuto (frutto, antera ecc.)

deltòide: a forma di delta, generalmente riferito a foglia di forma triangolare

diachènio: frutto secco indeiscente (anche detto polachenario) che si divide in due porzioni monosperme (es. i frutti delle Apiacee)

dialipètalo: (o coripetalo) si dice del fiore che presenta la corolla formata da petali separati

dialisèpalo: (o corisepalo) calice che presenta i sepali completamente separati

diclèsio: frutto semplice formato da un pericarpo secco o carnoso ricoperto interamente o talvolta parzialmente dal perianzio accresciuto, che può essere aderente o non aderente come in Alchechengi

diclino: sinonimo di unisessuale

dicòtomo: che presenta dicotomia, ossia tipo di ramificazione nella quale l'apice dell'asse si divide in due assi secondari a loro volta dividentisi in altri due anche ripetutamente

dicotòmico: attinente alla dicotomia

digitato: riferito a organo (foglia, brattea, ecc.) costituito da prolungamenti paralleli o divergenti originantisi dallo stesso punto, ricordanti le dita di una mano

diòica: riferito a pianta con fiori solo maschili o solo femminili

disàmara: frutto formato da due samare parallele o divergenti in simmetria tra loro (frutto caratteristico degli aceri)

disco stigmàtico: (o stimmatico) caratteristica struttura a forma di disco derivante dal concrescimento degli stimmi (es. il disco stigmatico dei papaveri)

dissemìnulo: unità di disseminazione (seme, frutto, bulbo, bulbillo, propagulo ecc.) capace di riprodurre la pianta dalla quale si è staccato
 
distale: generalmente riferito a ramo o altro organo situato alla maggiore distanza, verso l'estremità

drupa: frutto carnoso fornito di epicarpo (il rivestimento sottile e membranoso, la buccia), mesocarpo carnoso (la polpa) e di endocarpo legnoso (il nòcciolo) racchiudente generalmente un solo seme (es. ciliegia, oliva, mandorla ecc.)
 
drupeto: frutto multiplo formato da un aggregato di frutti carnosi detti drupole o drupeole (es. il frutto del rovo e del lampone)



E

edule: mangereccio, che può essere mangiato

eliòfila: dicesi di pianta che vegeta ottimamente alla diretta e intensa luce del sole

embricato: (o embriciato) per lo più riferito a foglie e squame o brattee parzialmente sovrapposte come le tegole di un tetto

endèmica: (agg.) avente carattere di endemia, riferito a specie che vegeta esclusivamente in un areale circoscritto
 
endemita: (sost.) propriamente la pianta, la specie endemica

endocàrpio: sinonimo di endocarpo

endocarpo: la parte interna del frutto variamente consistente. È generalmente duro e legnoso ma può essere membranoso o carnoso ed ha funzione protettiva del seme

enterotòssica: carattere di tossicità di sostanza, che produce tossine nel tratto intestinale

epicàrpio: sinonimo di epicarpo

epicarpo: (o epicarpio) la parte più esterna di un frutto (la buccia)

epichilo: la parte apicale del labello di alcune orchidee

epìfita: dicesi di pianta che si sviluppa sopra un'altra pianta senza esserne parassita, vi cresce utilizzandola come supporto

epìteto specìfico: aggettivo o sostantivo che si aggiunge al nome scientifico del genere, così che entrambi definiscono la specie

ermafrodito: sinonimo di bisessuale

esòtica: sinonimo di alloctona



F

fàuce: è l'apertura della porzione tubulosa di un calice o di una corolla anche detta gola, il punto dove il lembo si restringe conformandosi a tubo

febbrìfugo: capace di combattere la febbre

filamento: il pedicello dello stame che sorregge l'antera

fillare: per lo più riferito a brattea involucrale (es. i fillari del capolino nelle Asteracee)

filloclàdio: sinonimo di cladodo

fimbriato: lo stesso che sfrangiato, termine riferito a organo che presenti il margine diviso in molte lacinie sottili

fioritura: sinonimo di antesi

fissuricida: per lo più riferito a capsula aprentesi a maturità per mezzo di fenditure longitudinali

fittone: l'asse principale della radice fortemente ingrossata che si allunga verso il basso

flabellato: dicesi di organo che si presenta con una conformazione a ventaglio

fogliazione: emissione delle foglie in una pianta, lo sbocciare delle gemme e il loro successivo sviluppo in foglie
 
follicàrio: frutto multiplo composto da monocarpi simili a follicoli derivati da carpelli concresciuti nell'ovario e separantisi a maturità

follìcolo: frutto semplice derivato da un ovario monocarpellare, deiscente lungo il margine o lungo la linea di sutura mediana
 
foraggera: dicesi di pianta largamente utilizzata come foraggio, che serve come alimento per il bestiame

forra: valle profonda poco accessibile con fitta vegetazione, fossato con pareti verticali scavato dalle acque

fronda: termine per lo più riferito alla foglia delle felci

frùtice: dicesi di pianta a forma di arbusto cespuglioso

fusto: è l'organo di sostegno delle piante superiori, generalmente aereo e portante rami e foglie
 


G

gàlbuli: falso frutto di alcune Cupressacee, costituito da squame carnose o legnose strettamente appressate le une alle altre, aprentisi a maturità per liberare i semi

gamopètala: dicesi della corolla di un fiore quando presenta i petali più o meno saldati tra loro, per un tratto più o meno lungo

gamopètalo: (o simpetalo) dicesi di fiore con corolla gamopetala

gamosèpalo: (o sinsepalo) dicesi del calice quando si presenta con i sepali saldati tra loro almeno alla base

gariga: (o garriga) tipo di vegetazione mediterranea tipica dei suoli aridi, derivante da una forte degradazione della macchia, costituita in prevalenza da bassi arbusti e suffrutici ampiamente intercalati da piante erbacee

garriga: sinonimo di gariga

gattino: sinonimo di amento (per la forma simile alla coda del gatto)

gimnosperme: (Gymnospermae) sottodivisione delle Spermatòfite (Fanerògame) che si differenzia dalle Angiosperme per avere gli ovuli non racchiusi nell'ovario ma portati da brattee più o meno aperte (coni femminili)
 
ginostèmio: organo riproduttivo risultante dalla fusione dello stilo con i filamenti staminali formando una specie di colonna (per lo più nei fiori delle Orchidacee)

glabrescente: organo (foglia, fusto, frutto, calice ecc.) che diviene tendenzialmente glabro, liscio, per la caduta di peli

glabro: dicesi di organo privo di peli

glaucescente: organo che assume una colorazione glauca

glàuco: di colore verde-grigiastro tendente all'azzurro

glicoside: sinonimo di glucoside

glochìdio: (plur. glochidî) dicesi di organo vegetale terminato da denti uncinati (es. le spine del frutto di Fico d'India)

glomèrulo: infiorescenza a cima con di piccoli fiori ravvicinati che assume una forma globosa o subglobosa
 
glucoside: (o glicoside) i glucosidi sono sostanze organiche solide presenti in molte specie vegetali. Derivano dalla unione di uno zucchero con un'altra sostanza di natura diversa e hanno la caratteristica di essere solubili in acqua

gozzuto: riferito a organo (calice, corolla ecc.) caratterizzato dalla presenza di un vistoso gozzo

guaina: per lo più riferito alla dilatazione basale di foglia o brattea avvolgente il fusto (es. nelle Poacee)

guainante: dicesi di foglia o brattea provvista di guaina abbracciante il fusto


 

H

hàbitat: l'area e il complesso delle condizioni ambientali in cui vive una specie animale o vegetale

hàbitus: termine riferito al complesso dei caratteri (aspetto, portamento ecc.) tipico di una specie vegetale

humus: parte della sostanza presente nel suolo, risultante dalla decomposizione e trasformazione (operata per lo più da funghi e batteri) di resti animali e vegetali, mediante processi biologici e chimico-fisici



I

ialino: di aspetto traslucido, trasparente come il vetro

idrocora: dicesi di pianta che presenta idrocoria

idrocoria: disseminazione che avviene per trasporto del seme a opera delle acque

imparipennata: foglia composta da più coppie di foglioline disposte sulla rachide terminata all'apice da una singola fogliolina

indeiscente: dicesi di frutto o altro organo che non si apre a maturità (achenio, ghianda ecc.)

indùsio: piccola e sottile membrana che ricopre e protegge i sori (gruppi di sporangi) delle felci

infiorescenza: i fiori di una pianta, il modo in cui si dispongono sull'asse fiorale (es. infiorescenza corimbosa, racemosa ecc.)

infruttescenza: l'insieme dei frutti derivati dai fiori di un'infiorescenza, spesso con l'aspetto di un solo frutto (es. il sorosio del gelso, il siconio del fico ecc.)

internòdio: sinonimo di internodo

internodo: (o internodio) la porzione più o meno lunga del fusto compresa tra due nodi successivi

invasiva: dicesi di pianta, generalmente esotica, che una volta naturalizzata in un nuovo territorio lo colonizza rapidamente, spesso con grave rischio per la flora locale. 
 

ipochilo: la parte basale del labello di alcune orchidee

isodiamètrico: dicesi di organo che presenta diametri uguali in tutte le direzioni (tanto lungo, quanto largo)



L

làbbro: ciascuno dei lobi opposti di un calice o di una corolla (es. la corolla delle Lamiacee presenta il labbro superiore e quello inferiore)

labello: il prolungamento del tepalo inferiore di aspetto petaloideo del fiore delle Orchidee

lacìnia: porzione di un organo laminare (foglia, petalo, sepalo) molto stretta ed allungata che generalmente termina in punta acuta
 
laciniato: organo laminare che presenta il margine suddiviso in lacinie

làmina: (o lembo) la porzione appiattita della foglia (lembo fogliare) o anche del petalo e del sepalo

lembo: sinonimo di lamina

lenticella: piccola formazione di forma circolare, ovale o allungata più o meno sporgente, originantesi sulla corteccia di giovani piante o altri organi (radice, fusti, frutti), importante per gli scambi gassosi fra l'esterno e i tessuti interni della pianta

lesiniforme: dicesi di organo sottile, allungato e terminato da punta acuta

lianosa: dicesi di pianta legnosa con lunghi fusti che vegeta sorreggendosi al fusto o rami di altre piante come le liane
 
lìgula: per lo più riferito alla struttura membranosa o talvolta cigliata presente nelle Poacee, situata sulla pagina superiore della guaina fogliare ed abbracciante il culmo
 
ligulato: provvisto di ligule (generalmente riferito al fiore), ad esempio il capolino di molte Asteracee quando presenta tutti i fiori linguiformi; nel caso di presenza di fiori anche tubulosi, vengono definiti ligulati solo quelli posti a raggera al margine del ricettacolo

lirata: dicesi della forma di una foglia pennatosetta o pennatopartita che presenti un grande segmento apicale rotondeggiante e quelli laterali gradatamente ridotti dall'apice verso la base della stessa foglia (ricordante la forma di una lira, come le foglie del ravanello)

lobato: dicesi del margine fogliare che presenti dei lobi, ossia incisioni arrotondate non superanti la metà della distanza tra il margine e la nervatura mediana della foglia

lobo: porzione marginale e arrotondata di foglia o altro organo

lòculo: (o loggia o teca) cavità interna di alcuni organi (ovario, capsula, antera ecc.)

loculicida: dicesi della deiscenza dei frutti secchi pluriloculari (capsule) che si aprono fessurandosi lungo le nervature mediane dei loculi (o logge o teche)

lòggia: sinonimo di loculo o teca



M

màcchia: termine generico per indicare una boscaglia più o meno intricata, costituito in prevalenza da piante, arbusti e suffrutici di bassa o media statura; tipica, con queste caratteristiche, è la macchia mediterranea

màcula: macchia più o meno estesa e di colore generalmente più scuro della superficie restante

marza: porzione di ramo o gemma che si innesta su un'altra pianta

mellìfera: dicesi si pianta ricercata dalle api, le quali producono il miele dai fiori molto ricchi di nettare
 
mericàrpio: sinonimo di mericarpo

mericarpo: porzione di un frutto schizocarpico contenente un seme

mesòfila: dicesi di pianta che vive in ambiente non troppo umido né eccessivamente arido

microbasàrio: frutto schizocarpico costituito da mericarpi derivati da carpelli che, inizialmente concresciuti e con stilo unico, si separano durante la fase di maturazione

monocàsio: infiorescenza definita cima unipara, dove ciascun ramo (terminante con un fiore) porta un altro ramo a sua volta terminante con un solo fiore e così via

monòica: riferito a pianta che porta sullo stesso individuo fiori di entrambi i sessi o anche ermafroditi

morfologia: termine riferito allo studio della forma esterna e struttura interna delle varie parti della pianta (morfologia vegetale)

mucronato: dicesi di organo dotato di mucrone

mucrone: porzione terminale sporgente o appuntita di vari organi (foglia, brattea, frutto ecc.)



N

naturalizzata: dicesi di pianta esotica che introdotta in un territorio non suo, cresce stabilmente e si riproduce naturalmente senza l'intervento dell'uomo.

neòfita: 
dicesi di pianta introdotta nel territorio dopo la scoperta dell'America


neoendemita
: specie endemica di un dato territorio apparsa in tempi relativamente recenti


nesto: nella pratica agraria dell'innesto è il ramo o virgulto di una pianta che viene inserito in un'altra pianta

neurotòssica: dicesi di sostanza le cui tossine agiscono sul sistema nervoso

nitròfila: dicesi di pianta che predilige i terreni ricchi di azoto

nodo: il punto del fusto (o caule) dove si inserisce una o più foglie o una gemma

nomenclatura binomiale: (o nomenclatura binomia linneana) terminologia scientifica latina per dar nome a una specie, convenzione universalmente accettata che consiste nell'affiancare al nome del genere (scritto con l'iniziale maiuscola) un epiteto specifico (scritto in minuscolo), così che i due termini latini, insieme, identificano quella specie e nessun'altra

nùcula: piccola noce, ossia frutto secco, indeiscente, provvisto di pericarpo duro



O

obcònica: foglia o altro organo a forma di cono rovesciato

obcordata: foglia o altro organo a forma di cuore il cui apice è rivolto verso il picciolo

obcuneata: foglia o altro organo a forma di cuneo rovesciato, ossia con la parte ristretta verso il picciolo
 
oblanceolata: foglia o altro organo a forma di lancia rovesciata, ossia con la parte più stretta verso il picciolo

oblunga: (o bislunga) foglia o altro organo che presenta una forma molto allungata, proporzionalmente molto più lunga rispetto alla forma canonica, con i margini paralleli per un lungo tratto
 
obovata: foglia o altro organo di forma ovale con la parte più stretta verso il picciolo

òcrea: guaina abbracciante il fusto sopra ogni nodo in certe specie. Deriva dalla fusione delle due stipole ed è spesso membranosa e trasparente
 
ombrella: infiorescenza dove i peduncoli fioriferi partendo tutti dallo stesso punto e divergendo a raggera, raggiungono più o meno la stessa altezza formando una superficie piana, leggermente convessa o talvolta concava; può essere semplice o composta, in questo ultimo caso i raggi terminano con altre ombrelle secondarie (ombrellette) a loro volta terminate dai fiori

ombrelletta: ciascuna delle singole ombrelle che formano l'ombrella composta

opèrcolo: struttura di consistenza generalmente rigida caratteristica di vari organi vegetali (capsule, sporangi, aschi ecc.), una specie di coperchietto che si apre liberando i semi o altro contenuto
 
opposto: generalmente riferito a coppie di foglie le cui basi sono inserite nella rachide in opposizione

orbicolare: foglia o altro organo di forma rotondeggiante

òrgano: parte di una pianta con distinta funzionalità nell'ambito della vita vegetativa

ovàrio: è la parte del pistillo contenente gli ovuli

ovato: generalmente riferito a foglia o altro organo laminare che presenta una forma simile alla sezione longitudinale di un uovo

òvulo: riferito alla cellula sessuale femminile del fiore che a seguito della fecondazione si trasforma in seme



P

paleoendemita: sostantivo designante una specie endemica di origine antica
 
palmata: dicesi di foglia che presenti la lamina divisa in più lobi disposti come le dita di una mano

panduriforme: a forma di chitarra o di violino, generalmente riferito a foglia oblunga con due incavi situati in opposizione all'incirca verso la metà della stessa


pannòcchia: infiorescenza formata da un asse principale nel quale si inseriscono assi laterali ramificati, a loro volta formati da pedicelli fiorali

papilionàcea: dicesi della corolla i cui elementi ricordano la forma di una farfalla (caratteristica delle Fabacee)
 
papilla: minuscola estroflessione dell'epiderma arrotondata alla sommità

pappo: appendice piumosa sormontante alcuni frutti (utile per la disseminazione)

paracorolla: complesso di appendici dei petali inseriti alla fauce del perigonio di alcuni fiori; può presentarsi in forma di piccola coppa come nei narcisi e oleandri o anche essere rappresentata da elementi separati come in passiflora
 
paripennata: foglia composta da più coppie di foglioline disposte sulla rachide in numero pari

patente: dicesi di organo che forma un angolo retto (o quasi) con l'asse sul quale è inserito

pauciflora: riferito a infiorescenza che presenta pochi fiori

pedicello: (termine talora utilizzato come sinonimo di peduncolo) organo di sostegno di un singolo fiore di una infiorescenza

pedològico: relativo allo studio geologico del suolo in rapporto alle possibilità di utilizzo e sfruttamento agrario

pedùncolo: per lo più riferito a organo con funzione di sostegno dell'infiorescenza ma anche di fiori e frutti
 
peltata: foglia che presenta il picciolo inserito verso il centro della lamina

pennata: (o pinnata) foglia composta le cui foglioline sono disposte sui due lati della nervatura mediana

pennatìfida: foglia pennata che presenta incisioni che giungono fino a circa la metà della distanza che intercorre tra il margine del lembo e la nervatura mediana
 
pennatopartita: foglia pennata che presenta incisioni che giungono, partendo dal margine del lembo, oltre la metà verso la nervatura mediana

pennatosetta: foglia pennata che presenta divisioni fino alla nervatura mediana
 
perenne: dicesi di pianta che vive più di due anni grazie alla presenza di radici o altri organi perennanti che, dopo uno stato di quiescenza che di norma avviene nel periodo invernale, permettono un nuovo sviluppo della stessa che fiorisce e fruttifica ancora, talvolta per molti anni
 
periànzio: è l'insieme di calice e corolla, parti sterili del fiore

pericàrpio: sinonimo di pericarpo

pericarpo: (o pericarpio) insieme dei tessuti che circondano i semi. È il risultato della trasformazione delle pareti dell'ovario che avviene dopo la fecondazione degli ovuli

perigònio: involucro del fiore non differenziato in calice e corolla costituito da un verticillo fiorale formato da tepali

persistente: riferito a foglia o altro organo che persiste per più cicli vegetativi, che resta sulla pianta per lungo tempo

pètalo: elemento della corolla, la parte più appariscente e spesso profumata del fiore
 
picciolo: dicesi della porzione fogliare che unisce la lamina al fusto e del peduncolo che sorregge il frutto

pigna: (o strobilo) altro nome dei coni femminili delle Conifere

pinna: (o pinnula) termine per lo più riferito alle fronde delle felci che definisce la prima ramificazione della rachide

pinnata: sinonimo di pennata

pìnnule: dicesi delle foglioline di 2° e 3° ordine delle foglie pennatosette. Nelle felci sono le molte divisioni della fronda o più spesso si dice delle ulteriori ramificazioni della pinna

pìsside: sinonimo di pissidio

pissìdio: frutto secco (capsula) aprentesi a maturità mediante il distacco di un opercolo

pistillo: organo riproduttivo femminile delle Angiosperme

pluriloculare: che presenta più loculi

polachenàrio: frutto schizocarpico che presenta frutticini simili ad acheni derivanti da carpelli concresciuti e separantisi a maturità

poliachènio: frutto formato da più acheni

policòrmico: dicesi del fusto che non ha un solo asse principale ma che presenta più fusti

polimorfo: organo che ha o può presentare forme diverse

pollone: vigoroso germoglio che nasce dal fusto quando questo viene tagliato o anche alla base di un albero adulto quando si origina dalle radici
 
pollonìfera: dicesi di pianta che sviluppa polloni

pomo: falso frutto carnoso e indeiscente di alcune Rosacee (Melo, Pero, Cotogno ecc.), del quale la porzione carnosa è costituita dal ricettacolo che si sviluppa ed accresce dopo la fecondazione
 
portainnesto: (o portinnesto) la parte della pianta (soggetto) nel quale viene inserito il nesto (o marza)

portinnesto: sinonimo di portainnesto

procombente: pianta che presenta rami, fusti o steli, i quali, dipartendosi dal fusto principale, si sdraiano sul terreno

prossimale: dicesi di organo situato in prossimità di un determinato punto di origine

pseudobacca: (falsa bacca) altro nome con il quale viene generalmente definito il frutto delle Cupressacee (galbulo)

pseudostròbilo: (falso strobilo) altro nome con il quale viene generalmente definito il frutto delle Betulacee (achenocono)

pubescente: dicesi di organo che presenta una corta peluria più o meno fitta

pulvinata: per lo più riferito a pianta che si presenta in forma di cuscino rotondeggiante



Q

quadrangolare: (o quadrigono) che si presenta con quattro angoli (es. il fusto di molte Lamiacee)
 
quadrilobato: per lo più riferito a organo, e in particolare a foglia, che presenta quattro lobi

quadripennata: foglia composta che si presenta quattro volte pennata

quiescenza: stato di riposo o di inattività di una pianta o di un organo vegetale che generalmente si manifesta nel periodo invernale, durante il quale le attività biologiche risultano sospese o fortemente rallentate



R

racemo: tipo di infiorescenza a grappolo costituita da un asse allungato sul quale sono inseriti i fiori peduncolati

ràchide: asse di un infiorescenza o anche la porzione distale del picciolo delle foglie composte

resta: (o arista) per lo più riferito alla setola terminale delle glume o delle glumette di molte Poacee

retuso: dicesi di organo laminare (foglia, petalo ecc.) quando presenta una piccola insenatura apicale

revoluto: per lo più riferito al margine delle foglie quando si presenta ripiegato in fuori

ricettàcolo: dicesi della parte apicale del peduncolo fiorale dove sono inseriti i vari organi costituenti il singolo fiore o, nelle infiorescenze specializzate come capolini e calatidi, dove sono inseriti i fiori e le brattee
 
riflesso: dicesi di organo piegato all'indietro, che si ripiega verso il punto di origine (spesso con significato di ricurvo, ossia che si sviluppa verso l'esterno e verso il basso)

ripariale: dicesi della zona adiacente un corso d'acqua e delle comunità vegetali in essa viventi

rizoma: fusto sotterraneo strisciante più o meno allungato o tuberiforme che si sviluppa per lo più orizzontalmente

rizomatosa: pianta provvista di rizoma

rosetta: dicesi della disposizione a raggera delle foglie alla base del fusto

rostrato: organo provvisto di rostro

rostro: è la parte allungata a forma di becco di un organo (es. il rostro del frutto di certi ranuncoli)
 
rosulata: pianta che si presenta con foglie basali disposte a raggera e appressate al suolo



S

saettata: sinonimo di sagittata

sagittata: (o saettata) dicesi di foglia la cui lamina presenta alla base due lobi acuti divergenti; con la lamina a forma di freccia
 
sàmara: frutto secco, indeiscente, generalmente appiattito, con il margine costituito da una sottile espansione con funzione alare che facilita la dispersione per mezzo del vento

sapròfita: dicesi di organismo che vive nutrendosi di sostanze organiche morte o in decomposizione

scapo: asse fiorale allungato, generalmente privo di foglie, sorreggente il fiore o l'infiorescenza
 
scarioso: organo (petalo, sepalo, brattea ecc.) che presenta una consistenza membranosa e spesso traslucida

schizocarpo: termine indicante un particolare frutto costituito da più carpelli fusi tra loro e contenente molti semi che a maturità si divide in più porzioni contenenti un solo seme

sciàfila: dicesi di pianta che vive in ambiente ombroso, che rifugge la luce

scisto: roccia metamorfica di materiale minerale lamellare o fibroso disposto in piani più o meno paralleli, facilmente sfaldabile

scistoso: riferito a substrato prevalentemente composto da roccia di scisto

scorpiòide: dicesi di ramificazione o infiorescenza cimosa che assume un aspetto simile alla coda di uno scorpione

segmento: per lo più riferito a ciascuna delle singole foglioline che costituiscono una foglia composta

seme: derivante dall'ovulo dopo la fecondazione, è l'organo capace di dare origine a un nuovo individuo

sempreverde: pianta legnosa con foglie persistenti

sèpalo: ciascuno degli elementi che formano il calice

serìceo: con peli fini e lucenti, simile alla seta

sèssile: inserito direttamente su un asse, privo di picciolo o peduncolo

seta: per lo più riferito a pelo semplice, morbido ed eretto

sètola: pelo corto, rigido ed appuntito

setticida: dicesi di frutto e della sua deiscenza quando questa avviene in corrispondenza della linea di sutura dei setti

setto: termine col significato di separato, diviso (es. foglia pennatosetta, quando questa è divisa fino alla nervatura mediana) o anche parete, diaframma (es. ciascuna delle divisioni di un frutto setticida)

sicònio: è il nome del falso frutto del fico, della sua infiorescenza e della infruttescenza che ne deriva

silìceo: riferito a substrato prevalentemente acido, costituito da silice
 
silìqua: frutto bicarpellare allungato e plurispermo delle Brassicacee, secco, deiscente, che si apre a maturità in due valve

siliquetta: piccola siliqua di forma generalmente rotondeggiante o comunque non allungata (tendenzialmente isodiametrica)

simpètalo: sinonimo di gamopetalo

sinsèpalo: sinonimo di gamosepalo

smarginato: dicesi di organo che presenta una breve incisione all'apice

soro: nelle felci è l'insieme di sporangi contenenti le spore. I Sori sono dislocati sulla pagina inferiore delle fronde e possono essere protetti o meno da una membrana detta indusio
 
soròsio: sinonimo di soroso

soroso: (o sorosio) frutto composto costituito da numerosi pericarpi concresciuti di consistenza carnosa e simulanti un unico frutto
 
spàdice: infiorescenza spiciforme (tipica delle palme e delle Aracee) con un asse ingrossato generalmente avvolto da una spata, dove sono inseriti i fiori, di norma unisessuali

spata: brattea generalmente ampia disposta alla base di un'infiorescenza a spadice e più o meno avvolgente la stessa o talvolta un singolo fiore. Può essere variamente colorata e carnosa come nelle Aracee o lignificata come nelle palme (Arecacee)

spatolato: organo laminare (foglia, petalo ecc.) a forma di spatola, ossia allargato all'apice
 
sperone: (o sprone) prolungamento del calice o della corolla per lo più sacciforme e portante all'interno cellule nettarifere

spiciforme: dicesi di un'infiorescenza che ha la forma di una spiga

spiga: infiorescenza indefinita nella quale i numerosi fiori sessili si inseriscono in un asse allungato

sporàngio: nelle felci è l'organo vegetale contenente le spore
 
sporofillo: foglia fertile che produce le spore

squama: dicesi per lo più di foglia trasformata, di consistenza papiracea o coriacea, generalmente con funzione protettiva

sprone: sinonimo di sperone

stame: è l'organo sessuale maschile del fiore delle Angiosperme, formato dal filamento che sostiene le antere portanti il polline

stigma: è la parte superiore del pistillo atta a ricevere e trattenere i granuli pollinici

stilo: è la parte del pistillo, generalmente sottile e cilindrica, che sorregge e collega lo stigma con l'ovario
 
stimma: sinonimo di stigma

stìpite: organo assiale di sostegno che si differenzia dal tronco per l'assenza di ramificazioni (es. il fusto delle palme)

stìpola: piccola espansione fogliacea, squamosa o anche spinosa, posta alla base del picciolo in alcune piante
 
stolone: ramificazione lunga e strisciante, nascente dalla base del fusto principale, capace di emettere radici e nuovi germogli
 
stolonìfera: pianta provvista di stoloni

stròbilo: cono, pigna

subalato: di meno, quasi alato; per lo più riferito al fusto che presenta estroflessioni alari longitudinali poco profonde (quasi alato)

subcordata: di meno, quasi cordata; per lo più riferito a foglia quasi simile a un cuore

subembricate: (o subembriciate) di meno, quasi embricate; per lo più riferito a foglie o squame disposte approssimativamente come le tegole di un tetto
 
subembriciate: sinonimo di subembricate

suberoso: (o sugheroso) simile o avente la consistenza del sughero

subsèssile: di meno, quasi sessile; quasi privo di piede (picciolo o peduncolo)
 
substrato: (strato sottostante) terreno di coltura delle piante

subtomentoso: di meno, quasi tomentoso; dicesi di organo che presenta una leggera feltrosità

succulenta: pianta provvista di particolari tessuti capaci di immagazzinare molta acqua

suffrùtice: piccola pianta perenne con i getti annuali persistenti solo nella porzione basale

suffruticosa: dicesi di pianta che ha carattere di suffrutice

sugheroso: sinonimo di suberoso

sutura: linea di deiscenza lungo la quale un frutto deiscente si apre a maturità permettendo la fuoriuscita dei semi



T

tassonomia: branca delle scienze biologiche che disciplina la classificazione e la nomenclatura degli organismi viventi e fossili
 
teca: sinonimo di loggia o loculo

tèpalo: elemento del fiore non differenziato in calice e corolla

termòfila: dicesi di pianta che vive nelle regioni più calde, che tollera elevate temperature

ternato: organo disposto a gruppi di tre elementi (es. foglia ternata)

tetrachènio: frutto secco indeiscente (anche detto microbasario) che a maturità si divide in quattro porzioni monosperme (acheni)

tomento: corta e morbida peluria più o meno appressata

tomentoso: provvisto di tomento

tricocca: (o tricocco) frutto formato da tre cocchi, come la capsula delle Euforbie
 
tricuspidato: provvisto di tre punte o cuspidi

trìlobo: diviso in tre lobi

tripartita: per lo più riferito a foglia che presenta tre partizioni

tripennatosetta: dicesi di foglia tre volte pennatosetta
 
tùbero: organo vegetale rigonfio per lo più sotterraneo e con funzioni di riserva
 
tubo: è la porzione inferiore del calice gamosepalo e della corolla gamopetala
 
tuboloso: sinonimo di tubuloso

tubuloso: a forma di tubo

tùnica: membrana che riveste i bulbi o altri organi
 
turione: pollone cilindrici e carnoso nascente da radici o rizomi (es. i turioni dell'Asparago)



U

ùnghia: porzione inferiore, ristretta ed allungata, del petalo di alcuni fiori

unìpara: dicesi di infiorescenza cimosa costituita da un solo ramo dal quale si sviluppano una serie di rami uno dall'altro in successione, tutti terminati da un singolo fiore

unisessuale: riferito al fiore provvisto o di stami o di pistillo, ossia che possiede gli organi riproduttivi di un solo sesso (fiore maschile o femminile)

urceolato: organo vegetale (corolla, calice ecc.) ristretto all'apice e rigonfio nel mezzo, a forma di orciolo, di botticella



V

valva: una delle parti di un frutto deiscente quando a maturità si apre per liberare i semi

vermìfugo: sostanza capace di eliminare i vermi parassiti dall'intestino

verticillastro: (falso verticillo) dicesi dei fiori che sembrano disposti a verticillo (es. i fiori delle Lamiacee)

verticillo: insieme di almeno tre elementi (sepali, petali, foglie ecc.) inseriti a raggera attorno a un asse primario

vessillo: nella corolla papilionacea delle Fabacee è così definito il petalo più grande, quello superiore

villoso: coperto di morbida peluria piuttosto lunga

vitìccio: sinonimo di cirro
 
volùbile: riferito al fusto allungato e sottile che si sviluppa avvolgendosi attorno a un sostegno



X

xèrico: arido

xeròfila: dicesi di pianta che vive in ambiente arido



Z

zigomorfo: dicesi di fiore che presenta la corolla irregolare, la quale può essere divisa in due metà specularmente uguali solo su un piano
TORNA SU

Copyright © 2012-2022 www.sardegnaflora.it by Giuliano Campus
All rights reserved - Tutti i diritti riservati